Tirare Pelle Tacco Bianco Punta Ballerine VogueZone009 Punta Finta Puro Chiusa Tonda Scamosciata Alto Donna ZPWqwFOp
Crocs Crocs 11016 CR Zoccoli Unisex CR nH8qwUBxB

Fierce Peach Sportive Nrgy puma Donna Indoor Scarpe Puma Core Black aq0da

29 Gennaio 2012 | Istruttoria prefallimentare

L'area della fallibilità

La definizione normativa dei presupposti della dichiarazione di fallimento determina i confini della cd. area della fallibilità, individuando le ipotesi in cui la crisi dell'impresa debba essere gestita sotto il controllo giurisdizionale.

Quest'ultimo si estrinseca nell'intervento, proprio del giudice civile, funzionale all'eventuale conservazione dell'impresa e dei livelli occupazionali, ed in ogni caso alla ricostruzione e liquidazione del patrimonio del debitore per il soddisfacimento dei creditori.

Sportive Fierce Black Peach Donna Scarpe puma Nrgy Indoor Puma Core Poiché la sentenza di fallimento è elemento costitutivo dei reati previsti dagliartt. 216 ss. l. fall., l'area della fallibilità condiziona anche la possibilità che nella valutazione della crisi intervenga il giudice penale.

Mentre il presupposto sostanziale oggettivo del fallimento, l'insolvenza, intesa come incapacità permanente e non reversibile di adempiere alle proprie obbligazioni, è da sempre immutato, pur se da ultimo interessato dall'introduzione del cd. criterio del minimo indebitamento (art. 15, ult. comma, l. fall.), il presupposto soggettivo è invece stato ridefinito in maniera sostanziale da con una normativa che integra il punto di arrivo di un sofferto percorso legislativo e giurisprudenziale.

La riforma del 2006 aveva introdotto due soglie che, di fatto, avevano comportato una significativa riduzione dell'area della fallibilità, in ossequio a quanto dettato dalla legge delega [il comma 6° dell'art. 1. della legge delega (l. n. 80/2005) prevede “l'estensione dei soggetti esonerati dall'applicabilità dell'istituto del fallimento”].

Tale riduzione, rispondente ad un'esigenza deflattiva e di economia, quella di eliminare la piaga dei fallimenti con attivo inesistente o insufficiente, si era realizzata in una misura certamente non prevista dal legislatore: in aree territoriali caratterizzate da una scarsa industrializzazione, o dalla disaffezione al rispetto delle regole che impongono una regolare tenuta della contabilità ed il periodico deposito dei bilanci di esercizio al registro delle imprese, la maggior parte delle fattispecie di insolvenza sono state sottratte al controllo giurisdizionale.

L'esclusione della fallibilità ha cioè interessato, oltre all'imprenditore da intendersi quale “piccolo”, e quindi fisiologicamente sottratto alla procedura concorsuale, da un lato l'imprenditore che in concreto, se ponderato in relazione alla realtà del suo territorio, non aveva requisiti dimensionali così indifferenti da consigliarne la sottrazione al fallimento, dall'altro l'imprenditore incline a non regolarizzare contabilmente e fiscalmente le sue operazioni e in alcuni casi a porre in essere comportamenti distrattivi.

E ciò proprio a causa dell'introduzione delle cosiddette soglie di fallibilità, il cui superamento, in numerosi casi, finiva per non essere dimostrabile proprio a causa del mancato rispetto, da parte del debitore, della normativa civilistica e fiscale.

Si è quindi avvertita l'esigenza di riassoggettare numerose fattispecie di insolvenza al controllo giurisdizionale, sia per garantire la possibilità di ricostruire il patrimonio del fallito per una miglior tutela dei creditori e della loro par condicio, sia per scongiurare la sottrazione all'intervento del giudice penale proprio di quegli imprenditori che, avendo operato in spregio alle regole, risultavano aver posto in essere condotte di reato.

L'aggiustamento che ne è seguito, integrato dal testo del decreto cd. correttivo in vigore a partire dal 1° gennaio 2008, consente di affermare che il legislatore, sia pure all'esito di un iter un po' troppo sofferto, è riuscito a trovare il giusto punto di equilibrio tra l'esigenza deflattiva e quella di riespandere l'area della fallibilità in modo da non sottrarre al controllo giurisdizionale fattispecie di crisi di impresa comunque significative.

Tra i presupposti per l'assoggettabilità a fallimento figura ora, accanto ai due classici requisiti sostanziali, lo stato di insolvenza e la qualità di imprenditore assoggettabile alle procedure concorsuali, una Sportive puma Puma Black Peach Nrgy Core Fierce Donna Scarpe Indoor terza condizione, di natura prettamente processuale: l'Core Fierce Scarpe Peach Black Indoor puma Donna Nrgy Puma Sportive iniziativa di parte.

Come noto la disciplina del '42, in considerazione della natura pubblicistica degli interessi coinvolti nella crisi d'impresa, prevedeva che il tribunale potesse dichiarare il fallimento indipendentemente dalla presentazione di un ricorso da parte di uno o più creditori o dell'istanza del p.m.

La nuova normativa esclude tale possibilità: oggi la dichiarazione di fallimento ha quale necessario presupposto, o la presentazione di un ricorso, da parte di uno o più creditori o del debitore stesso, o la trasmissione di una richiesta da parte del pubblico ministero.

Donna S CE0618 Bordeaux Ciabatta DARA GRUNLAND FZHWtwRxqZ